Tratturi Gravel 2018

A inizio Dicembre si è disputata la terza edizione della Tratturi Gravel, un evento ormai irrinunciabile per gli appassionati della zona. La partenza è fissata a Cusano Milanino, si prosegue poi in direzione Est verso il Parco di Monza, Lambro, Lago di Alserio, Montorfano, Castello di Carimate, Groane, Villoresi. Un bel giro di 115km con 1400d+ che si sviluppa principalmente su fuori strada e strade secondarie.

Lasciamo la parola a Franco, un immancabile partecipante della Tratturi e organizzatore della Gravelness69 che si terrà il 13 Gennaio:

– Ciao Franco che tipo di bicicletta e allestimento hai usato? considerazioni?

Per la Tratturi 2018 ho pedalato la mia fidatissima Kona Rove ST (acciaio) 2018 che è assolutamente perfetta per questo tipo di eventi.

Viste le piogge abbondanti durante la settimana precedente ho optato per affrontare il tracciato, prevedibilmente fangoso, con la seconda coppia di route ovvero le Gipiemme Techno Disc 1.55.

Allestimento con cui mi sono trovato splendidamente!

– com’era il percorso e i paesaggi? ti è piaciuto?

Percorso molto bello e geniale partorito dalla mente del guru delle tracce Gravel “Milanesi” (ma anche Hinterland in senso molto lato) il mitico Max BigAndrews.

Mi permetto di riportare la descrizione dalla pagina Facebook ufficiale: “Si tratta di un anello lungo 110 km con 1.100 mds, un percorso completo di ogni tipo di fondo, dalla ghiaia alla sabbia, dal cemento all’asfalto. Segmenti tecnici in single-track alternati a lunghi drittoni su breccia, ma anche muri maledetti da superare a piedi. Molti i tratti a stretto contatto con i fiumi Lambro e Seveso, i laghi Alserio e Montorfano, il canale Villoresi e le dozzine di torrenti e rogge.”

47003321_10216117357040400_6880363876764876800_n

– che tipo di coperture hai usato? pro e contro rispetto al terreno che
hai incontrato?

Ho usato le Panaracer Gravelking Mud in versione 33mm montate tubeless che si sono rivelate assolutamente fantastiche su tutto il percorso. Gonfiate a 3,5 bar sono andate splendidamente sia in sterrato che sui tratti asfaltati in strada e ciclabili dissestate.

Nei tratti più tecnici ed impegnati al limite della MTB una pressione più bassa sarebbe stata più appropriata, penso comunque che sarei sceso della bici come ho fatto, quindi nessun contro da segnalare direi.

– tra i partecipanti c’era un bel clima?

Il clima era assolutamente amichevole e “spensierato”, proprio come dovrebbero essere questi “raduni” gravel completamente gratuiti. Circa 200 partecipanti confermano il successo di questa invenzione del mitico Max!

– com’era organizzata? è un’esperienza che rifaresti?

Organizzazione ad hoc per la tipologia di evento gratuito senza tempi ed obblighi!

Notevole quest’anno la collaborazione con Eurobike Store di Cusano Milanino che ha messo a disposizione alcuni modelli Cinelli gravel come test ride per la giornata (previo prenotazione).

Quando il Maestro (Max) chiama io rispondo: certo che la rifaccio!!!

Grazie Franco e a presto con per la Gravelness 69!!

47293057_969056129947625_4702333652556578816_o

 

Cesare..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: